Oggi è 18/07/2019, 2:53


La volatilità

In questo spazio vengono discussi argomenti semplici che riguardano soprattutto chi è alle prime armi
  • Autore
  • Messaggio
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:04

La clearing house (5)

(2)
Eurex Clearing AG determines the daily settlement price according to the true market conditions of the respective contract and under consideration of its risk assessment.
...
With all other contracts, the daily settlement price shall be determined from the volume-weighted average of the prices of all transactions of the last minute before the respective reference point in time in the respective contract, provided that more than five transactions have been settled within this period. In case no more than at least five transactions have been concluded before the respective reference point in time, the daily settlement price shall be determined from the volume-weighted average of the prices of the last five transactions concluded before the reference point in time in the respective contract, provided that those transactions are not concluded more than 15 minutes before the reference point in time.

In case no price can be determined according to the aforementioned procedure, the daily settlement price shall be determined on the basis of the procedure described in (b) below.

For all other contract terms, the following procedures apply to the determination of the daily settlement price.

The daily settlement price for a contract shall be determined according to the average bid-ask spread of the combination order book.
...


Che si potrebbe tradurre ...

Eurex Clearing AG determina il prezzo di regolamento giornaliero in base alle reali condizioni di mercato del rispettivo contratto e in considerazione della sua valutazione dei rischi.

...

Con tutti gli altri contratti, il prezzo di regolamento giornaliero è determinato dalla media ponderata sui volumi di contrattazione di tutte le operazioni dell'ultimo minuto prima del termine fissato quale chiusura delle contrattazioni, a condizione che più di cinque operazioni siano state liquidate entro tale termine. Nel caso in cui non più di almeno cinque operazioni siano state concluse prima del suddetto termine, il prezzo di regolamento giornaliero è determinato dalla media ponderata sui volumi di contrattazione dei prezzi delle ultime cinque operazioni concluse prima del termine suddetto, a condizione che tali operazioni non siano concluse più di 15 minuti prima di tale termine.

Nel caso nessun prezzo possa essere determinato secondo la suddetta procedura, il prezzo di regolamento giornaliero è determinato sulla base della procedura descritta più avanti.

Per tutte le altre condizioni contrattuali, le seguenti procedure si applicano alla determinazione del prezzo di regolamento giornaliero.

Il prezzo di regolamento giornaliero per un contratto sarà determinato in base alla media del differenziale denaro-lettera del book di negoziazione.
...
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:07

La clearing house (6)

I primi puntini di sospensione si riferiscono a contratti future che alla maggior parte dei trader che seguono questo forum non interessano (materie prime, etf, Repo, ecc.). Naturalmente, avendo indicato prima il riferimento dove è possibile rinvenire questa documentazione, se qualcuno è interessato potrà certamente approfondire.

Gli ultimi puntini di sospensione, invece, si riferiscono a tutte le modalità di determinazione del settlement price, quando non ricorrono le condizioni principali (... media ponderata sui volumi di contrattazione di tutte le operazioni dell'ultimo minuto prima del termine fissato quale chiusura delle contrattazioni ...).
Anche qui, chi volesse, può approfondire. Ovviamente, per un mercato come quello del DJ EuroStoxx 50, è praticamente impossibile che nell'ultimo minuto di contrattazione non siano state concluse almeno 5 operazioni, trattandosi di un mercato certamente non sottile.

La sottolineatura, invece, è dovuta al fatto che il termine fissato per la chiusura delle negoziazioni non è sempre lo stesso. Il settlement price giornaliero, sia dello Stoxx 50 che del Dax, è quello delle 17:30. Ma il settlement del contratto delle opzioni, sulla base del quale stabilire se un'opzione viene pagata (o esercitata) oppure viene abbandonata, perché priva di valore, nel caso dello Stoxx 50 è il terzo venerdì del mese di scadenza alle ore 12:00. Mentre, per il Dax, è il terzo venerdì del mese di scadenza alle ore 13:00.
Ed anche la determinazione del final settlement è diversa da quella vista prima per il settlement giornaliero. Nel caso dello Stoxx 50 si prende in considerazione, per il calcolo della media ponderata, il periodo di tempo che va dalle 11:50 alle 12:00 (del terzo venerdì del mese di scadenza).
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:09

... una doverosa parentesi ...

Ed ora una breve, ma importante, digressione.
Capisco che per alcuni tali questioni siano di poco conto; ma io, invece, ritengo che si tratti di conoscenze che ogni trader deve possedere. E' curioso osservare le persone che discutono animatamente sul prezzo da attribuire ad una transazione, come un chilo di mele, e poi affidare la propria liquidazione, frutto di 40 anni di lavoro, all'impiegato "di fiducia" della propria banca, affinché questi possa comprare le attività finanziarie più interessanti!
Quando acquistiamo un contratto Dax, per esempio, siamo proprio sicuri di conoscere tutti gli obblighi derivanti dall'esercizio di questa nostra facoltà?

Si, lo so, l'acquisizione della conoscenza è un processo costoso, in termini di tempo. Ognuno di voi potrà certamente immaginare il costo sostenuto per cercare le informazioni di cui sopra, tradurle e renderle comprensibili.
Ma tra le poche certezze che ho maturato ve ne è sicuramente una: la conoscenza è fondamentale! Essa è il vero e unico strumento di cui l'individuo dispone per l'acquisizione della propria libertà.

Credo che a questo punto possiamo proseguire.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:12

La VIp secondo la CH dell'Eurex (1)

Riprendiamo la nostra cartella di lavoro ed osserviamo il risultato delle query per mezzo delle quali sono stati acquisiti i dati della chain di agosto sullo Stoxx 50.
L'immagine che segue mostra il foglio inerente il lato call:

VI93.png


la colonna N illustra quanto già anticipato. Si tratta del prezzo di chiusura calcolato dall'Eurex Clearing AG successivamente al termine giornaliero delle negoziazioni (ovvero, dopo le 17:30).
Ne omettiamo la figura ma, evidentemente, un'analoga informazione sarà presente sul lato put.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:14

La VIp secondo la CH dell'Eurex (2)

Vediamo allora come usare queste informazioni. Inseriamo un nuovo foglio, che chiameremo VolaPondCH, dove raccogliere i suddetti valori di settlement giornalieri, assieme agli scambi di seduta inerenti ciascuno strike. Vediamo:

VI94.png


Il foglio è stato diviso verticalmente in quattro parti:
- la colonna A, contenente il valore del prezzo d'esercizio;
- le colonne B, C, D, E ed F, che contengono le informazioni di settlement e volumi per le call, i coefficienti di ponderazione (il cui calcolo è già stato mostrato), la VI per ciascuno strike ed il prodotto peso per VI;
- le colonne G, H, I, J ed K, che contengono informazioni simmetriche per il lato put;
- la colonna L nella quale, per ogni cella, è stato calcolato il valore dello spot per mezzo della put-call parity.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio19/07/2013, 23:16

La VIp secondo la CH dell'Eurex (3)

Si noti che il valore di settlement per le call viene prelevato dal foglio DatiCall per mezzo della funzione Cerca.Vert.; allo stesso modo vengono individuati i volumi per ogni strike e, sempre allo stesso modo, viene individuato il settlement ed i volumi, per ogni strike, del lato put.

Infine, nella parte bassa del foglio, si procede alla somma dei valori delle colonne F e K per ottenere le VIp lato call e lato put cercate.

VI95.png


Bene, con ciò prendo commiato da tutti voi. A questo punto siamo pronti per vedere i livelli di Garcia all'opera. Prima di ciò, però, la prossima volta introdurrò un concetto nuovo nel campo della volatilità implicita ponderata: si tratta del cluster (leggi claster). Concetto già noto, invece, nel caso del prezzo e del tempo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio20/07/2013, 11:55

Alcune aggiunte/precisazioni (1)

Questo intervento non era previsto; ma si è reso necessario quando mi sono accorto di alcune incongruenze sui dati scaricati dal sito web dell'Eurex.

Cominciamo con la seguente osservazione. Riprendo una delle immagine pubblicate ieri sera:

VI96.png


Come si può notare il valore dello spot (o sottostante), per quelle tre celle, è sensibilmente diverso dal valore che dovrebbe avere, circa 2716 (oltre il 4% inferiore!). A cosa è dovuta questa differenza, che in realtà non dovrebbe sussistere?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio20/07/2013, 11:59

Alcune aggiunte/precisazioni (2)

Se riprendiamo la formula della put-call parity:

VI99.png


si può vedere che il valore dello spot, S0, dipende dal valore dello strike, K, da quello della call e della put (c e p), dal tasso di interesse, r e dal tempo che separa la data di calcolo dalla scadenza dei contratti di opzione, T. Ora, se ci riflettiamo solo un momento, è evidente che l'errore non può che essere nei prezzi c e p. Spero concorderete. Infatti il tasso di interesse è lo stesso usato per tutta la catena, così come il valore di T; ed anche lo strike non può essere errato. Ma allora? L'errore è dell'Eurex Clearing AG? Allora, chiariamo subito. Non è in dubbio la competenza delle persone che, in seno all'Eurex Clearing AG si occupano del calcolo di questi dati. D'altronde i modelli matematici che vengono usati sono gli stessi impiegati nelle varie CH, ed accettati dalla comunità scientifica di riferimento.
Ma allora? Il problema, a mio avviso, è da imputarsi più alla componente informatica che, invece, ha il compito di diffondere tali dati. L'errore, quasi certamente, è da individuarsi nei vari sottosistemi che, dalla disponibilità del dato di chi lo ha elaborato, si occupano di diffonderlo (inserirlo in un database, eventualmente approssimarlo ad una data cifra decimale, passarlo ad un server web, solo per citare alcuni passaggi).
Va bene, direte voi, ma noi? Che facciamo?
Intanto, dal momento che tali dati non li paghiamo, penso ci sia poco da protestare (la borsa dell'Eurex, come altre borse, vendono questi ed altri dati e, in quel caso, se tali dati si rivelassero errati, allora forse ci sarebbero gli estremi per una qualche contestazione).
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio20/07/2013, 12:01

Alcune aggiunte/precisazioni (3)

Torno alla domanda, che si fa? Intanto occorre essere pratici (ricordate la metafora dell'artigiano?):

1. analizziamo l'errore;
2. chiediamoci: "ci comporta qualche differenza rispetto al valore finale (quello della VIp della call e della put)?"
3. come ci si può attrezzare in modo "automatico" o "semiautomatico" per la segnalazione di tali anomalie?
Non connesso

Mauro

  • Messaggi: 628
  • Iscritto il: 22/10/2011, 1:32
  • Località: Roma

Re: La volatilità

Messaggio20/07/2013, 12:04

Alcune aggiunte/precisazioni (4)

Parto dal punto 1.
Osserviamo il dettaglio di quelle tre celle della figura precedente:

VI97.png


Intanto, di cosa stiamo parlando? Di opzioni call che, evidentemente, sono DITM. In questi casi il valore temporale è davvero esiguo e fa sentire la sua influenza su qualche cifra decimale. Pertanto, quello che possiamo dire è che, preso per buono il valore della call relativamente allo strike 1000, ovvero 1716,5, quello della call inerente lo strike 1500 dovrebbe valere circa 500 punti in meno, ovvero 1216,5. E quello relativo alla 1550 dovrebbe essere 50 punti in meno, ovvero circa 1166,5.
E così via. Il lettore che dovesse avere ancora qualche dubbio, in merito all'argomentazione appena usata, osservi come, invece, per gli strike 500, 600, 700, 800, 900 e 1000 i valori delle corripondenti call distino tra loro, effettivamente, 100 punti. E, proseguendo, tale regolarità riprende dallo strike 1650 in avanti. Insomma, l'errore lo abbiamo individuato e lo abbiamo anche corretto. E questo è un fatto certo. Ciò che è incerto, invece, è la causa di tale errore. Abbiamo fatto qualche ipotesi, prima, imputando tale causa a ragioni informatiche. Ma non andrei oltre. Tutto sommato, come dicevo prima, dobbiamo cercare di essere pratici e concreti.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
PrecedenteProssimo

Torna a Concetti di base

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron